By / 5th maggio, 2014 / Senza categoria / No Comments

di:

Consigli e suggerimenti su dove andare per degustare vini e prodotti tipici locali. Pasta, carni, verdure, formaggi, olio, dolci e vini della tradizione culinaria romana serviti nelle trattorie più tipiche della nostra zona, quelle che conservano ancora le antiche ricette originali…

Itinerari enogastronomici Castelli Romani

Lariano

Da Roma potrete raggiungere Lariano, prima tappa del nostro itinerario, percorrendo la A1 ed uscendo verso Velletri. Il prodotto più celebre di questa cittadina è il pane, riconosciuto come “prodotto agroalimentare tradizionale della Regione Lazio.

La preparazione tradizionale di questo squisito pane comprende l’uso di farina di grano tenero semi-integrale, doppia lievitazione naturale, cottura in forni a legna (generalmente di castagno). Giunti a Lariano, dirigetevi in centro ed acquistate una pagnotta di questo squisito pane da assaggiare, magari con un filo d’olio sempre della zona dei Castelli Romani, prima di riprendere il cammino verso la prossima tappa.

Ariccia

Uscendo da Lariano, prendete la direzione Via Lata / SS7 e proseguite fino ad Ariccia (sono circa 12 Km). La cittadina è famosa per la porchetta, fatta con un maialino arrostito al forno dopo essere stato ben aromatizzato, e le coppiette, piccole strisce di carne, oggi di suino e bovino, un tempo più che altro di cavallo. Dirigetevi in centro dove potrete anche ammirare la bella Piazza della Repubblica, progettata dal Bernini (1662-65), con la facciata del Palazzo Chigi e la Chiesa di S. Maria dell’Assunzione. Dopo una passeggiata tra i monumenti di Ariccia, potete fermarvi in una tipica osteria, come la fraschetta da Pietrino ar Cantinone, dove assaggiare i prodotti locali o se preferite farvi preparare un bel panino ripieno di porchetta da assaporare in piazza o in un parco.

Monte Porzio Catone

Sicuramente vi sarà venuta sete ed avrete già assaggiato uno dei vini DOC della zona dei Castelli Romani. Ora raggiungerete Monte Porzio Catone da Ariccia prendendo la SS216, che attraversa vari comuni, poi continuando sulla SS218, sempre seguendo i cartelli. Nella cittadina potrete visitare il Museo Diffuso del Vino, in Via Vittorio Emanuele II, 22, 23, 46. SI tratta di tre locali, aperti dal venerdì alla domenica, in cui si racconta, tramite un percorso espositivo, la storia del vino. Alla fine della visita potrete anche degustare alcuni vini in un punto di sosta appositamente allestito oppure all’accogliente Cantina Romolett

Prodotti più Conosciuti

Alcuni dei più conosciuti prodotti tipi del Lazio sono : le coppiette : listelli di carne di cavallo lunghi circa 20 cm, impregnati di peperoncino e messi a stagionare (circa 60 gg) legati fra loro. Questo prodotto è ancora molto in voga ad Amatrice (Rieti), Guarcino e Vico (Frosinone). La mortadella di Amatrice (Rieti) è una mortadella di piccole dimensioni fatta con carne magra di cavallo e condita con sale e pepe macinato, al centro della quale c’è un occhietto di lardo. La mortadella prima di essere stagionata all’aria aperta, viene leggermente affumicata. Il prosciutto di Bassiano (Latina) si caratterizza perchè aromatizzato con vino bianco, aglio e pepe ed è stagionato per circa un anno. Il prosciutto di Guarcino (Frosione) prima di essere stagionato per 15-16 mesi viene aromatizzato con vino rosso, peperoncina e sugna. Il prsociutto cotto di Cori (Latina) pesa di media 9-12 Kg ed è stagionato per 4-6 mesi. Prima di essere stagionato viene cotto per 3-4 ore dopo essere stato lavato e aromatizzato con rosmarino e salvia. I formaggi La caciotta romana è una ricotta tipicamente di latte intero di pecora misto ad altro latte (alcune varianti sono solo di latte di pecora). Di colore giallo paglierino, forma rotonda e delicato sapore , la caciotta romana può essere mangiata fresca (dopo 2-3 giorni) o può essere conservata in ambienti freschi. La marzolina è un formaggio tipicamente della provincia di Latina e Frosinone e si produce tipicamente tra marzo e maggio. Fatto di latte di capra viene stagionato per 2 settimane (più è stagionato più è intenso il gusto). Il pecorino del pastore viene prodotto nelle province di Latina, Frosinone e Rieti. E’ ricavato dal latte grasso di pecora e viene stagionato per 5-6 mesi (alcune volte sotto uno strato d’olio). Con l’avanzare della stagionatura il sapore dolce diventa piccante. La mozzarella di bufala campana DOC viene prodotta nella provinci di Frosinone, Latina, Roma e nella regione campania. E’ il simbolo dell’ Italia nel mondo. Il pecorino romano DOP oltre che nel Lazio viene prodotta in Sardegna e nella Toscana. Si prepara con il latte intero della pecora che vive allo stato brado e si produce solo nei mesi invernali. Le forme dopo una stagionatura di circa 5 mesi in ambienti freschi , possono pesare tra i 20-30 Kg. La ricotta romana DOP è una ricotta tipica di tutta il Lazio e viene prodotta tra novembre e giugno con latte intero di pecora. Morbida, spalmabile e leggermente granulosa ha un sapore molto delicato. Il caseus Romae è un formagio tipico del Lazio prodotto con latte intero di pecora munto nelle 24 ore. La stagionatura dura dai 3 ai 4 mesi, ma può essere consumato anche fresco.