La Via Francigena Da Zagarolo A Palestrina

By / 5th ottobre, 2016 / Senza categoria / Off

itinerario-a-piedi-via-francigena

L’itinerario percorre una parte della Via Francigena del Sud, quella che si snoda da Roma lungo il basso
Lazio attraverso la direttrice Prenestina.
Zagarolo è una cittadina che si sviluppa proprio su questa consolare. Entrando da sud-est, dopo la parte
moderna dell’abitato, si incontra piazza Santa Maria, dove sono ubicate la Chiesa e il Convento di Santa Maria, del XIII secolo. Proseguendo oltre Porta Rospigliosi, un arco di trionfo risalente al 1600, si arriva
all’omonimo Palazzo, che sorge sul sito dell’antico castello medievale roccaforte dei Colonna, la cui
distruzione è descritta anche da Dante nel XXVII canto dell’Inferno. In questo palazzo il Caravaggio creò
capolavori come La Maddalena e I Discepoli di Emmaus.

la-via-francigena

Oggi nell’ala est viene ospitato il Museo del
Giocattolo, che offre una ricostruzione sociale del gioco e del giocattolo dal XX secolo fino ai nostri giorni.
Procedendo per via Antonio Fabrini si incontra la chiesa di San Pietro, in stile barocco e con una pianta
ellittica, la cui struttura settecentesca presenta un notevole sviluppo verticale che la fece emergere sul
restante tessuto urbano. Dalla cinquecentesca piazza Gugliemo Marconi, dove ha sede il Palazzo Comunale
e la Collegiata di San Lorenzo del 1607, si giunge a via Giuseppe Calandrelli dove si trova la Chiesa della SS.Annunziata che risale al 1580 e dove al numero 45 si trova il laboratorio orafo L’Oro di Caspoli, doveAntonella Caspoli si dedica alla creazione di gioielli artigianali, unici e particolari.

canterbury-roma-via-francigena
Si prosegue per la via Prenestina e si arriva a Palestrina, l’antica Praeneste, città latina nota in età antica
per il Santuario della Fortuna Primigenia, che studi recenti datano agli ultimi decenni del II secolo a.C. Oggi
il paese, d’aspetto medievale, conserva ancora le vestigia dell’imponente Santuario. La struttura urbana del
paese è suggestiva e accogliente, con i vicoli e le scalinate che si inerpicano fino alla parte più alta del paese
e da cui si gode un bellissimo panorama sulla Valle del Sacco. Al centro della cittadina, in perfetta armonia
con i ruderi del tempio della Fortuna, si trova Palazzo Barberini. Il palazzo, dalla caratteristica forma di
semiovale, ospita attualmente il Museo Archeologico Nazionale, con molti reperti provenienti in gran parte
dalla grande necropoli della città. Da non perdere anche la chiesa di Santa Rosalia e la cattedrale di
Sant’Agapito, costruita nel secolo IX. A valle dal centro storico, in Via della Stella 29, si trova il laboratorio
artigiano L’arte del rame della famiglia Mosca, dove si realizzano sia prodotti artigianali rurali, come la
conca ed il caldaio, sia oggetti artistici moderni e complementi d’arredo.

Scarica la nostra App per Android

By / 16th novembre, 2015 / Senza categoria / Off

Scarica la nostra App per Android  per rimanere aggiornati e seguire il nostro B&B

acasadicatia

http://acasadicatia.store.aptoide.com/app/market/com.conduit.app_ad779df5c085413a98edb23057c3894d.app/1/6036207/B%26B+A+Casa+di+Catia

Notte Europea dei Ricercatori: Tutti gli Eventi INFN Frascati

By / 3rd settembre, 2015 / Senza categoria / Off

Venerdì 25 settembre dalle ore 15:00 alle ore 23:00 i Laboratori Nazionali di Frascati aderiscono alla Notte Europea dei Ricercatori 2015, un progetto promosso dalla Commissione Europea e realizzato da Frascati Scienza.

tavola_rotonda_infn

Ricercatori, tecnici e staff dei LNF collaborano alla realizzazione di un evento per adulti e bambini, con in programma conferenze, visite guidate agli apparati sperimentali, mostre, film scientifici e lezioni spettacolo di fisica.

Il Wow! della Fisica è una lezione spettacolo interattiva per bambini che affronta concetti fondamentali di Fisica attraverso coinvolgenti dimostrazioni sperimentali.

In 7 grandi quesiti della Fisica Moderna la ricercatrice Catalina Curceanu risponderà a sette domande fondamentali e di non semplice risposta, dai buchi neri alla materia oscura nell’Universo passando per la meccanica quantistica e la struttura delle stelle di neutroni.

A conclusione della serata, i LNF propongono la proiezione del film-documentario Particle Fever  ambientato al CERN di Ginevra tra il 2008 e il 2012, periodo della messa in funzione del Large Hadron Collider e inizio di una grande avventura scientifica.

Inoltre, durante la Notte, i Lab ospitano il concorso fotografico Photowalk 2015  rivolto a fotografi professionisti e dilettanti che potranno ritrarre i grandi apparati sperimentali dei LNF.

Scopri tutti gli eventi targati INFN -LNF

Clicca qui per il programma completo della Notte Europea dei Ricercatori

Itinerari Enogastronomici Castelli Romani

By / 5th maggio, 2014 / Senza categoria / No Comments

di:

Consigli e suggerimenti su dove andare per degustare vini e prodotti tipici locali. Pasta, carni, verdure, formaggi, olio, dolci e vini della tradizione culinaria romana serviti nelle trattorie più tipiche della nostra zona, quelle che conservano ancora le antiche ricette originali…

Itinerari enogastronomici Castelli Romani

Read More

Musei vicino Roma

By / 30th aprile, 2014 / Senza categoria / No Comments

Author:
I Musei vicino Roma presenti sul nostro territorio.

Museo Archeologico di Palestrina

Il Museo Archeologico Nazionale di Palestrina è ospitato nel rinascimentale palazzo Barberini, sulla sommità dell’ antico 1327056394bsantuario della Fortuna Primigenia. Nelle sale del Museo, articolate su tre piani, sono esposti i più importanti reperti provenienti dall’antica Praeneste e dal suo territorio, ordinati per grandi temi che abbracciano i principali aspetti della storia, della cultura e delle produzioni artistiche di una delle più importanti e fiorenti città del Lazio antico. Read More

Giardini di Ninfa

By / 30th aprile, 2014 / Senza categoria / No Comments

Author:

ninfaI giardini di Ninfa nascono nel 1920 circa, sui ruderi di un’antica citta’ medievale  ad opera della famiglia Caetani.

Il nome Ninfa deriva da un tempio eretto in epoca romana in onore delle Ninfe Naiadi, divinità che i Romani dedicavano alle acque sorgive.

All’interno del giardino di Ninfa si incontrano diciannove varietà di magnolia decidua, betulle, iris acquatici e una sensazionale varietà di aceri giapponesi, inoltre a primavera i ciliegi ornamentali fioriscono in maniera spettacolare.  Read More

Le 12 Ville Tuscolane, a due passi dal nostro b&b .

By / 29th aprile, 2014 / Senza categoria / No Comments

Author:

Le 12 Ville Tuscolane

Frascati è famosa per le ville tuscolane: costruite dalla nobiltà papale fin dal XVI secolo, esse erano uno “status symbol” dell’aristocrazia romana ed erano destinate ad attività di rappresentanza e al soggiorno estivo della corte pontificia. Le ville tuscolane, da iniziali “case di campagna” circondate da terre coltivate e da boschi, divennero veri e propri palazzi signorili, i castelli, frutto dell’impegno dei più valenti architetti ed artisti dei secoli XVI e XVII. Esse si legano all’impostazione della villa romana d’epoca imperiale come luogo di ritrovo e meditazione, con l’utilizzo del “ninfeo” come apparato decorativo dell’assetto del giardino del castello.
Villa_Aldobrandini

L’intuizione che l’acqua poteva essere fonte di divertimento, unita alla scultura ed alla scenografia architettonica, propose nuovi atteggiamenti e tendenze stilistiche realizzate attraverso svariate tipologie costruttive. La scuola classicista, cortonesca e barocca, sia in pittura che in scultura, ebbero nelle Ville Tuscolane il luogo per la loro espressione sia all’interno del palazzo-castello che all’esterno, nel circostante giardino. Attualmente le ville sono in buone condizioni strutturali, pur avendo in molti casi subito danni durante la seconda guerra mondiale. Le dodici Ville Tuscolane, che ricadono nel territorio comunale di Frascati e nei territori dei confinanti Monte Porzio Catone e Grottaferrata, sono:

Alcune di queste ville sono visitabili tramite il Parco Regionale dei Castelli Romani all’interno del programma di visite guidate che annualmente il Parco propone.

Sulle Orme di San Benedetto

By / 29th aprile, 2014 / Senza categoria / No Comments

Author:

Subiaco

Subiaco, centro più grande della Valle dell’Aniene, si trova all’interno del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini.

subiacoIl territorio di Subiaco, anticamente abitato dagli Equi, i quali dopo diverse battaglie furono sottomessi definitivamente nel 304 a.C. ai Romani, presenta diverse attrattive come i Monasteri di Santa Scolastica e di San Benedetto, il Ponte Medievale di San Francesco del 1358 e il convento di San Francesco del 1327, che al suo interno possiede opere del Pinturicchio ed un coro in noce del 1500.

In questa splendida cittadina si possono vedere anche l’Arco Trionfale e la Basilica di Sant’Andrea edificate sotto il pontificato di Papa Pio VI.

Fu in questa splendida cittadina che San Benedetto fece edificare  diversi monasteri, molti dei quali oggi perfettamente conservati e visitabili. Nei monasteri vi sono i monaci benedettini e le Suore francescane. Durante le visite si prega di avere un abbigliamento consono all’ambiente.

Monti Prenestini

By / 29th aprile, 2014 / Senza categoria / No Comments

Author:

Monti Prenestini

I Monti Prenestini costituiscono una catena montuosa di origine calcarea appartenente al subappennino laziale. In questa zona ci sono tesori nascosti, spesso solo sfiorati dal turismo di massa, ma con molto da offrire e per questo motivo ricchi di un fascino particolare.

monti prenestini romaTra i centri urbani che fanno parte del comprensorio dei Monti Prenestini ci sono: Zagarolo, Palestrina, Castel San Pietro Romano, Capranica, Guadagnolo, Rocca di Cave, Cave, Genazzano e Valmontone.

  • Zagarolo, nel suggestivo Palazzo Rospigliosi, immerso nel caratteristico centro storico, potrete ammirare il Museo del Giocattolo.
  • Palestrina è famosa per il suo santuario dedicato alla dea Fortuna, datato tra il II e il I secolo a.C., che si affaccia al di sotto del Palazzo Colonna Barberini, che dal 1956 ospita il Museo Archeologico Prenestino che conserva numerosi reperti archeologici, tra cui l’importante mosaico del Nilo, rinvenuti nell’antico santuario della fortuna primigenia. A Palestrina si può vedere anche la Villa di Adriano; le mura ciclopiche; la Cattedrale di Sant’Agapito; la Chiesa di Santa Rosalia e il Convento di San Francesco;
  • Castel San Pietro Romano, roccaforte dell’antica Preneste, oltre allo splendido borgo, con la sua Rocca, mostra anche la Chiesa di San Pietro, la Spianata delle Torricelle ed il monumento naturale “Valle delle Cannuccete”;
  • Capranica, il cui borgo medievale si sviluppa intorno alla Chiesa della Maddalena. Si possono ammirare Palazzo Barberini, che ospita il Museo Civico Naturalistico dei Monti Prenestini e la chiesa di Santa Maria delle Grazie.
  • Guadagnolo conserva la memoria delle visite che il caro Papa Giovanni Paolo II, prima e dopo il 16 ottobre del 1978, anno della sua elezione, amava fare presso il Santuario della Madonna della Mentorella. Offre delle pareti rocciose in cui ci si può avventurare in scalate adrenaliniche.
  •  Rocca di Cave gode di un magnifico panorama che si offre da cornice per il caratteristico centro abitato ed i suoi capolavori artistici e naturalistici: i ruderi della rocca; le chiese dedicate a San Pietro; San Lorenzo Nereo, San Nicola di Bari e Sant’Egidio. Da non perdere una visita alll’Osservatorio Astronomico;
  • Cave,  è stato il luogo neutrale scelto per firmare il Trattato di Pace del 1557, all’interno del Palazzo Leoncelli, che segnò la fine della sanguinosa “guerra del sale”, combattuta tra lo Stato Pontificio e il Re di Spagna e di Napoli, a livello artistico è senza dubbio importante per le innumerevoli case in Stile Liberty che la caratterizzano in tutto il territorio dei Monti Prenestini, e che la rendono affascinante agli occhi del visitatore che guardandole può ancora vedere i particolari dello stile dei primi del novecento. Cave possiede molte chiese, tutte con dettagli artistici di notevole importanza, come: San Lorenzo Martire; Santo Stefano; San Carlo Borromeo; Santa Maria Assunta; Santa Maria in Plateis; San Pietro Apostolo; Santa Anatolia al Ceppo; Santissima Annunziata ed il Santuario della Madonna del Campo. Cave, inoltre, possiede il Museo del Presepe Monumentale Lorenzo Ferri, con le statue più alte al mondo e il Museo della Civiltà Contadina;
  • Genazzano, antico feudo dei Colonna, possiede il Ninfeo del Bramante, il Santuario della Madonna del Buon Consiglio, la Chiesa di San Nicola, la Chiesa barocca di San Paolo, l’Acquedotto Romano, il Castello Colonna, il Palazzo Apolloni e la Casa Brancaleone;
  • Valmontone, offre il Parco divertimenti Rainbow Magicland e il polo commerciale Outlet Fashion District.

Castelli Romani

By / 29th aprile, 2014 / Senza categoria / No Comments

Author:

Castelli Romani

I Castelli Romani sono un insieme di paesi dei Colli Albani situati appena fuori castelliRoma comprendono il Parco Naturale dei Castelli Romani, area protetta di particolare interesse naturalistico. I Paesi che compongono quest’area sono sedici:

  • Albano Laziale, Ariccia, Castel Gandolfo, Volonna, Frascati, Genzano, Grottaferrata, Lanuvio, Lariano, Marini, Monte Compatri, Monte Porzio Catone, Nemi, Rocca di Papa, Rocca Priora, Velletri.

I Castelli Romani sono ricchi di storia e tradizione, ville, monumenti, chiese, musei e siti archeologici. Offrono  al visitatore laghi e percorsi natura suggestivi.

Infine si distinguono per la loro tradizione culinaria: la porchetta, gli spaghetti cacio e pepe, la trippa, i vini di Frascati e Marino DOC sono solo alcuni dei piatti tipici che potrete gustare nelle famosissime “fraschette” e trattorie locali.